alt
29 Aprile 2013
28 Aprile 2013
bavisela
Prima pagina del 29 aprile
5 Maggio 2013
Show all

Prima pagina del 16 settembre

alt

Carissimi,

ci stiamo avvicinando alla maratonina di Udine e molti si cimenteranno in questa prova che rappresenta un ottimo test per  per capire lo stato di forma a cui si è arrivati. La settimana che è appena trascorsa, ripetute a parte,  è stata abbastanza leggera, c’è da dire che siamo tornati sul percorso del nostro magazzino 26 e in quella cornice del porto vecchio si è visto subito che i Calzini hanno dato molto di più in termine di prestazione, le medie sono scese di un bel po’,  mancava davvero un  percorso piatto per sviluppare al meglio le proprie potenzialità. Per quanto riguarda l’idea di buttar giù il racconto dei Calzini con un libro, vi devo dire che molte bozze stanno arrivando in redazione, speriamo che se ne ricordino anche i baldi giovani come per es. Mattia, Simone e tutti quelli che in qualche modo hanno avuto a che fare con il gruppo, mi raccomando aspettiamo con fiducia un vostro contributo.

Un’altra iniziativa degna di essere pubblicizzata è quella che vorrebbe in occasione della Barcolana l’iscrizione di una barca con nome ed equipaggio dei Calzini Sbusai Trieste, i possibili marinai sarebbero gli esperti  coniugi Winter, Bacer, Marco P., Umek e ci sono ancora due posti per eventuali candidati che  valuteremo analizzando i curriculum che ci porteranno.

Questa  settimana si ordineranno finalmente i completini che saranno della Mizuno e di colore nero, successivamente saranno  portati a marcare e si stima  che in una 20 di giorni saranno pronti.

Domenica si è svolta la staffetta in Carnia e la nostra rappresentativa femminile è arrivata terza assoluta composta dalla Serena e Maura sono state veramente brave e competitive. Questa settimana facciamo le ripetute a Cologna e le variazioni al quadrivio spero di essere stato chiaro.

Augurandovi una buona settimana, vi trasmetto i saluti del Presidente che attualmente si ritrova a Hong Kong in una comunità Istriana che da 50 anni sono radicati in zona. Un saluto.

Piero

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *